20 APRILE 2016: GIORNO DELLA VERGOGNA?

DOMANI 20 APRILE CIRCA 30 FAMIGLIE DI VIA MADRE TERESA NAPOLI NEL PIANO DI ZONA CASTELVERDE B4 RISCHIANO DI ESSERE SGOMBERATE DALLA PROPRIE ABITAZIONI (GIà PAGATE PER OLTRE 100.000 EURO A TESTA) A CAUSA DEL FALLIMENTO DELLA DITTA COSTRUTTRICE.
SONO ATTESI OLTRE UN CENTINAIO DI POLIZIOTTI PER BUTTARE IN MEZZO ALLA STRADA CIRCA 80 UOMINI, DONNE, VECCHI BAMBINI E DISABILI.

SE CIO’ ACCADESSE SAREBBE UNA VERGOGNA SENZA PRECEDENTI!!

http://roma.corriere.it/notizie/cronaca/16_aprile_18/piani-zona-sgomberate-25-famiglie-decine-agenti-appello-gabrielli-b60e8198-0593-11e6-9d1f-916c0ba5b897.shtml

A: , , , , , , , , , , , , , “procura di roma giustizia” Cc: , , “redazione municipioroma”, , , , , , , , , , , “TG3 direttore”, “tg3 giornalista tg3”, , , , , , , , , “Laura Arnetoli”, , ,
Ogg: R: URGENTE: IMMINENTE SFRATTO DI CIRCA 30 FAMIGLIE DALLE LORO ABITAZIONE NEL PIANO DI ZONA B4 CASTELVERDE (COLLE DEGLI ABETI)

Domani è il 20 aprile.

Comune di Roma, Commissario Tronca, Sub-commissari, Prefetto, Banca Unipol, Procura,esponenti politici, testate giornalistiche e televisive, evitate che si compia l’ingiustizia e il dramma dello sgombero di queste famiglie colpevoli solo di avere acquistato la loro prima casa in un Piano di Zona, la vergogna di Roma, finendo in una spirale senza fine che da 10 lunghi anni sta fagocitando le loro vite, tutti i loro risparmi ed ora anche la loro dignità di uomini e di cittadini!!

http://torri.romatoday.it/castelverde/sgombero-castelverde-b4-piani-di-zona-abbiamo-diritti.html

E’ QUESTO SPIRITO CHE OGGI ANIMA ROMA E L’ITALIA, QUELLO DI BUTTARE IN MEZZO AD UNA STRADA UOMINI, DONNE , VECCHI E BAMBINI TRUFFATI?
QUELLO DI CONSIDERARE OCCUPANTE ABUSIVO CHI LA CASA L’ HA GIA’ ABBONDANTEMENTE PAGATA E VISSUTA PER TANTI ANNI IN CONDIZIONI DIFFICILISSIME?

Spero proprio di no, ma la risposta è in quello che farete o non farete e in ciò che accadrà o non accadrà a queste famiglie!

CdQ Colle degli Abeti

Il presidente

Federico Verdicchio

NUOVA GIORNATA ECOLOGICA IL 9 APRILE E APERTURA FERMATA FS PONTE DI NONA

Sabato 9 aprile nuova giornata ecologica in Via Piero Corti dalle ore 8.30 alle ore 13.30

Puliremo dal bar Doppiaesse all’incrocio con via Oliboni.Quanto si riuscirà a fare dipenderà dal nUmero dei partecipanti.

DONIAMO UN PO’ DEL NOSTRO TEMPO LIBERO (CIASCUNO QUELLO CHE PUO’) PER RENDERE MIGLIORE IL NOSTRO QUARTIERE STANDO IN COMPAGNIA.

Vi aspettiamo numerosi!!

AVVISO

Si informa inoltre che da Lunedì 4 aprile sarà attiva la fermata FS di Ponte di Nona situata dietro il Centro Commerciale Roma Est e munita di molti parcheggi.

Autogestione di quartiere

Ormai siamo all’autogestione. L’amministrazione è assente, i cittadini fanno da soli.

20160319_092247
Oggi 19 marzo grandi pulizie da parte dei residenti in via Capozi fino a via de Piro e tutta via Gorga. La foto l’ha inviata Laura Arnetoli. Una decina di sacchi sono stati riempiti di erbacce ed immondizia. IMPAGABILI!

Sabato scorso mentre era in corso la manifestazione per il Punto Verde Qualità, l’apertura del nido in via Mazzolari e contro la chiusura del Heaven a cui abbiamo partecipato come Comitato, alcuni genitori colleabetini, tra cui LAURA, MARINA E MARCO, hanno fatto un lavoro eccezionale di pulizia nella scuola elementare Ciriello.

Nei giorni scorsi i Volontari del Decoro, tra cui Lorenzo e Giancarlo, oltre a effettuare il solito impagabile lavoro di manutenzione del verde, hanno completato con un bell’abete in maiolica la scritta sulla collinetta di via Caputo e ieri sono andati a visionare un trattorino da acquistare con i soldi delle donazioni ricevute,

Nel frattempo i residenti di via Marvelli e via Tancredi guidati da Giovambattista continuano la loro attività di cura delle aree verdi della zona, ora arricchite da una nuova panchina, mentre Maria Elena organizza con passione bellissime iniziative al bar Doppiaesse.

Il fai da te arriva fino alla riparazione delle buche e alla segnalazione continua , come se fossimo degli ispettori del Comune, di strade dissestate, tombini affossati, lampioni spenti, cassonetti strapieni, auto parcheggiate in punti pericolosi e così via. Purtroppo tutto è emergenza, come quella delle scuole ormai sature in ogni ordine e grado!

Continua anche l’attività di sensibilizzazione affinchè non cali il silenzio sui nostri problemi. Venerdì 18 marzo abbiamo portato una troupe del TG 2 in giro per il quartiere soffermandoci sulla zona più critica, quella di Castelverde B4. Il servizio dovrebbe andare in onda GIOVEDI’ 24 MARZO alla fine del TG 2 delle ore 20.30.

L’otto marzo, insieme ad altri 3 comitati di quartiere siamo stati convocati dal Commissario Tronca, L’incontro lo avevamo chiesto a novembre e ci è stato concesso a marzo, cioè a soli due mesi dalla fine del commissariamento. Quasi una beffa. Comunque io, Giovambattista per C2 Lunghezza e Andrea per B4 Castelverde ci siamo recati in Campidoglio e abbiamo elencato le principali criticità, consegnato una relazione, visto i nostri dirimpettai prendere appunti e ascoltato le conclusioni degli amministratori. In realtà Tronca non c’era ma alla riunione hanno comunque partecipato i sub commissari, il presidente di Atac e alcuni rappresentanti di vari dipartimenti. In considerazione delle conclusioni del sub commissario De Mileto (abbiamo poco tempo, non ci sono soldi, c’è da portare avanti il Giubileo e faremo delle relazioni per gli assessori della nuova amministrazione) le speranze che ciò sia servito a qualcosa sono veramente poche. Abbiamo anche appreso di nuove difficoltà relative all’ultimazione dell’asse interquartìere verso via Ponte di Nona, i cui lavori vanno avanti in maniera lentissima.

La notizia buona è che dal 4 aprile i treni della Roma-Tivoli fermeranno nella nuova fermata di Ponte di Nona. Al presidente di Atac e al direttore dell’ufficio per la mobilità abbiamo richiesto di prevedere un collegamento bus con la stazione anche per Colle degli Abeti.

Il 9 aprile nuova giornata ecologica in via Piero Corti. L’autogestione continua….

Resoconto giornata ecologica 5 marzo

Ecco la

Jpeg
Jpeg
foto della giornata ecologica svoltasi stamattina nell’area verde di via Don Ruggero Caputo, nonostante il freddo pungente.

La bella scritta “Colle degli Abeti” che ora spicca sulla collinetta adiacente alla strada, e che nei prossimi giorni verrà rifinita dai Volontari del Decoro, è il “frutto” più visibile della giornata che però ha permesso anche di togliere un bel pò di immondizia e di sterpaglie dal prato e dalla spalletta.

Ringraziamo tutti i cittadini, grandi e piccoli, che hanno partecipato rimboccandosi le maniche in allegria, coloro che pur non partecipando hanno voluto contribuire in vario modo all’evento, coloro che hanno preparato dolci e vivande sempre molto graditi quando si lavora e si sta in compagnia, le Mamme Laboriose (Elisa, Gemma, Laura, Marina, Astrid, Francy ecc ecc) che oltre a lavorare hanno anche allestito un punto informativo e uno di ristoro, Maria Elena Smaldone che come sempre ha realizzato la locandina della giornata, Tonino Forte che si è interessato alla realizzazione e fornitura di “fratini” colorati per i Volontari del Decoro di Colle degli Abeti.
Si ringraziano anche AMA e il PICS che hanno supportato le attività svolte con propri mezzi e personale e fornendo anche attrezzature e materiale per le pulizie.

Una menzione particolare meritano i volontari Claudio Gallina perchè è stata sua l’idea di scrivere il nome del quartiere, suo padre Serafino che nelle discussioni dei giorni scorsi sul “come” realizzare l’opera in modo che resista all’usura del tempo e del meteo ci ha convinto ad utilizzare maioliche bianche, Lorenzo Proietti e Giancarlo Fratini che con grande impegno, ingegno e fatica in meno di una settimana hanno costruito le 15 lettere una ad una, trovando anche soluzioni geniali per renderle il più resistenti possibile, in modo che fossero pronte per la giornata odierna.

La prossima giornata ecologica sarà sabato 9 aprile.

saluti

Federico Verdicchio

PROBLEMA SCUOLE: LA STORIA INFINITA

Iscrizioni scolastiche = problema per le famiglie.
La storia si ripete ogni anno: è la nostra storia infinita. L’ennesima…..

Gemma Smeragliuolo su questo fronte dopo tanti anni continua ad essere in prima fila:

A: “michela.corsi1@istruzione.it”
Cc: “colledegliabeti@libero.it” Ogg: Emergenza Scuole Roma Est

Buongiorno Sig.ra Corsi,

vorrei portare la vostra attenzione sulla situazione drammatica di emergenza scolastica nel quadrante est del Municipio VI ed in particolar modo nei quartieri di Ponte di Nona e Colle degli Abeti.
Vorrei soffermare la vostra attenzione sulla scuola dell’obbligo e sul fatto che le centinaia di bambini rimasti fuori dalle graduatorie per il nido o la scuola materna andranno ad affollare, insieme ai fortunati che ce l’hanno fatta ad entrare ed a quelli fortunati e non degli ultimi 2 anni, le liste di coloro che l’anno prossimo ed i seguenti dovranno iscriversi alla scuola elementare in un contesto territoriale che ha definitivamente esaurito le proprie capacità ricettive a causa della esiguità delle strutture scolastiche rispetto al notevolissimo incremento demografico degli ultimi anni ed alla composizione di tale fenomeno (giovani famiglie con figli). Lo scambio di plessi di cui si parla nell’articolo è l’ultima e definitiva toppa, avendo ormai tramezzato il tramezzabile ed utilizzato tutti gli spazi possibili in tutti gli Istituiti Comprensivi presenti (Nuovo Ponte di Nona, Ponte di Nona Vecchio-Lunghezza, Villaggio Prenestino). Occorrono nuovi edifici dato che attualmente molte famiglie non sanno dove iscrivere i propri figli.
Sono ormai 5 anni che, insieme agli altri Comitati di Quartiere della zona, facciamo proposte, partecipiamo a riunioni e sopralluoghi, visioniamo progetti senza però arrivare mai ad un risultato, nemmeno in termini di inserimento di appositi fondi nel Bilancio del Comune. E questo nonostante gli organi competenti del Municipio e del Comune siamo consapevoli di questa problematica ma la burocrazia italiana limita ogni possibile soluzione veloce anche in casi di emergenza come questo. Lo scorso anno abbiamo visto il progetto redatto dal Dipartimento, con l’aiuto della Commissione LL.PP. per la costruzione di una scuola “materna” con tre classi, si parlava della possibilità di costruzione in un anno e mezzo circa, ma nulla abbiamo più saputo in merito, anche se costruire una scuola d’infanzia forse non è in questo momento la soluzione migliore!
La nostra proposta principale è quella di edificare almeno una scuola elementare in edilizia ecosostenibile (prefabbricati di qualità, economici e di rapida realizzazione) nelle aree destinate ad edilizia scolastica del Piano di Zona C2 Lunghezza nel quartiere di Colle degli Abeti. Rinnoviamo con forza questa richiesta e Vi chiediamo di dare una risposta a questa istanza basandovi anche sul grande lavoro già fatto in Commissione LL.PP. Chiediamo anche di valutare soluzioni alternative e/o provvisorie purchè di rapidissima attuazione.

Non è più possibile tergiversare. Occorre trovare le risorse ed intervenire al più presto perchè le iscrizioni alla prima elementare sono terminate e così anche i posti disponibili.

Cordiali saluti

CdQ Colle degli Abeti

Gemma Smeragliuolo

NUOVO AUMENTO DI PEDAGGIO PER LA A24: MA I SERVIZI PER I NOSTRI QUARTIERI?

ARTICOLO SU INCONTRO DEI COMITATI PER IL PEDAGGIO (11 GENNAIO 2016)

http://www.municipioroma.it/pedaggio-a-ponte-di-nona-cdq-e-associazioni-incontrano-i-vertici-pd-al-nazareno/

DOMENICA 10 GENNAIO IL NOSTRO COMITATO ADERISCE INSIEME AD ALTRI AL PRESIDIO CONTRO IL PEDAGGIO SULLA A24 ORGANIZZATO DAI NOSTRI VICINI DI PONTE DI NONA

Appuntamento alle ore 10.30 a Piazza Nottolini a Ponte di Nona.

PARTECIPIAMO NUMEROSI!!

Nuovo vergognoso aumento del pedaggio autostradale: a Ponte di Nona abbiamo ormai raggiunto la non invidiabile cifra di 1,30 euro per entrare/uscire dal casello. Le tante riunioni fatte in commissione lavori pubblici negli ultimi 2 anni purtroppo non sono servite a nulla e invece di vedere ultimare le opere di urbanizzazione primaria, nascere nuovi indispensabili edifici scolastici, eliminare discariche e usufruire di un decente servizio di raccolta rifiuti, sistemare le strade disastrate in modo degno, insomma invece di vedere ritornare in termini di servizi e vivibilità i soldi delle nostre tasse subiamo l’ennesimo affronto!

Ma il Commissario Tronca dov’è e che fa??

Appoggeremo gli altri comitati e cittadini della zona nelle iniziative che verranno prese nei prossimi giorni

—-Messaggio originale—-
Da: colledegliabeti@libero.it
Data: 5-gen-2016 9.52
A: “seg06torri.polizialocale@comune.roma.it”, “urc@comune.roma.it”, “emailxfabio@yahoo.it”, “marcellodevito74@gmail.com”, “marco.scipioni@comune.roma.it”, “valter.mastrangeli@comune.roma.it”, “assessorato.lavoripubblici@comune.roma.it”
Cc: “buongiornoregione.lazio@rai.it”, “l.pappagallo@rai.it”, “m.tinaburri@rai.it”, “r.livozzi@rai.it”, “s.bellomo@rai.it”, “tg3 giornalista tg3”, “TG3 direttore”, “claracentili@romauno.tv”, “torri@romatoday.it”, “lucrezialagattaph@gmail.com”, “redazione roma uno”, “redazionepdn@libero.it”, “redazioneweb@ilmanifesto.it”, “Il giornale direttore”, “brunoforesti@tiscali.it”, “atlaspl@libero.it”, , , , , , ,
Ogg: R: Roma Est- Aumentano pedaggio e disagi ma non i servizi

Questo aumento è veramente uno scandalo!

Vista la condizione disastrosa delle strade e l’assenza quasi totale di servizi il pedaggio non dovrebbe essere proprio pagato e invece eccolo puntuale come ogni anno!
Bisognerebbe invece spiegare ai cittadini della nostra zona dove vanno a finire i soldi delle tasse profumate (IMU e TASI comprese) che paghiamo perchè dalle nostre parti le buche non vengono sistemate, le strade previste non vengono realizzate o ultimate, le scuole non vengono costruite, il trasporto pubblico non viene potenziato, il servizio di raccolta rifiuti ha enormi difficoltà, le discariche a cielo aperto vanno sempre di moda come gli insediamenti abusivi, i roghi tossici e i campi nomadi, le opere pubbliche realizzate non vengono prese in carico , quelle promesse e sbandierate per il Giubileo sono state una vera e propria presa in giro. E questo triste elenco potrebbe continuare all’infinito.

E quale attenzione viene riservata ai tanti gravi problemi di questa periferia se NESSUNO si fa vedere da queste parti nonostante le continue richieste di incontro/sopralluogo?
Qualcuno ha mai visto commissari o sub- commissari nel quadrante est del Municipio VI?
In allegato riporto la richiesta (protocollata) di incontro inviata a novembre al Commissario Tronca, seguita da analoga richiesta al sub-commissario per l’urbanistica e i LL.PP. Taucer: secondo voi qualcuno ha risposto?

Questa parte della città è vergognosamente bistrattata e viene presa seriamente in considerazione solo quando ci cercano siti per discariche o per ecomostri.

Fateci sapere se abbiamo pari dignità e diritti degli altri romani perchè sentiamo fortemente di essere vissuti solamente come una fastidiosa appendice della città!

CdQ Colle degli Abeti

Dott. Federico Verdicchio

RICHIESTA INCONTRO CON COMMISSARIO TRONCA e altro

Il 24 novembre Abbiamo chiesto un incontro urgente al Commissario Prefettizio Tronca che fino alla prossima primavera guiderà il Comune di Roma. Lo abbiamo fatto mettendo in evidenza alcune situazioni (leggere più sotto) che potrebbero avere la possibilità di essere affrontate nel breve tempo disponibile. Al momento (sono passati 10 giorni) nessun riscontro. Siamo stati anche all’incontro con il prefetto Gabrielli svoltosi in Municipio la scorsa settimana, prendendo la parola ed illustrando i nostri principali problemi e chiedendo che vengano finalmente affrontati. La risposta però, a parte i temi della sicurezza, è stata la solita: ” Non sono competente, al massimo posso sollecitare gli uffici competenti”. Non è che mi aspettassi di più, però…

Di seguito riportiamo anche alcuni articoli di giornale che illustrano le attività degli ultimi tempi (a parte le giornate ecologiche ) che non abbiamo avuto modo di rendicontare altrimenti:

http://torri.romatoday.it/castelverde/castelverde-b4-al-freddo-senza-servizi.html

http://torri.romatoday.it/castelverde/discarica-a-cielo-aperto-piazzale-romero.html

http://torri.romatoday.it/ponte-di-nona/via-di-salone-strada-della-morte.html

http://www.romatoday.it/cronaca/sgombero-insediamento-via-don-puglisi-.html

RICHIESTA INCONTRO AL COMMISSARIO PREFETTIZIO

Alla c.a. Commissario Dott. Tronca

PREMESSO

– Che il quartiere di Colle degli Abeti è situato a ROMA nel VI MUNICIPIO
– Che lo stesso è formato dai Piani di Zona B4 Castelverde e C2 Lunghezza (legge 167)
– Che dal 2007 ad oggi i residenti sono ormai circa 6.000 degli 11.000 previsti a regime
– Che, nonostante quanto più sotto esposto, i cittadini di Colle degli Abeti hanno ottenuto regolare domicilio e Certificazione di Residenza presso gli uffici preposti di Roma Capitale
– Che i medesimi cittadini sono sottoposti allo stesso regime fiscale, comprese le imposte sulle proprietà immobiliari e sui servizi, degli altri cittadini residenti nel territorio di Roma Capitale,
– Che le Concessioni Edilizie, le Convenzioni con i Consorzi di imprese edili deputati alla realizzazione delle OO.UU.PP. e l’Attuazione e il Controllo di quanto previsto nei suddetti Piani di Zona sono di diretta spettanza di Roma Capitale
– Che nei suddetti Piani di Zona ,in particolar modo nel PdZ B4 Castelverde, permangono gravissimi ritardi nell’urbanizzazione primaria e secondaria che costringe migliaia di persone a vivere da anni in condizioni estremamente pericolose e indecorose a causa di strade non ultimate e non illuminate, utenze non allacciate, aree “verdi” abbandonate a se stesse e divenute discariche a cielo aperto e/o bivacco per senza dimora
– Che nonostante l’alta percentuale di bambini in età scolare e prescolare NON è stato edificato alcun edificio scolastico, nemmeno per gli studi dell’obbligo, e che la saturazione degli istituti presenti nei quartieri limitrofi sta pregiudicando la possibilità per i residenti di iscrivere i propri figli in plessi non distanti dal proprio quartiere
– Che sulla carta sono previste opere viarie (Assi Interquartiere) di collegamento con le principali arterie della zona (A24, via Collatina) a tutt’oggi non realizzate da parte di Roma Capitale
– Che delle opere infrastrutturali per il Giubileo annunciate ad agosto in questa zona NESSUNA risulta essere contenuta nelle delibere approvate dal Comune di Roma

SI CHIEDE

– Messa in sicurezza di via Nicola Saliola, unica strada di collegamento tra Colle degli Abeti, Ponte di Nona e la viabilità principale verso Roma (A24, via Collatina e stazione FS di Ponte di Nona in via di ultimazione). La strada è molto ripida e sdrucciolevole in caso di pioggia. Occorre asfalto drenante ed addolcimento dell’acclività. Inoltre mancano sia il marciapiede che l’illuminazione pubblica (VI Municipio / SIMU)
– Completamento dell’asfaltatura di tutte le strade del PdZ B4 Castelverde ( via delle Cerquete , via Traglia,di via Turoldo, via Di Domenico, via Madre Teresa Napoli, via Sannita e della strada di accesso al Comparto I/P. Trattasi di strade abitate da oltre 1000 persone che vivono nel pericolo e nel degrado più totale. Inoltre le vie in stato di abbandono sono ormai diventate delle vere e proprie discariche.(Dip. Urbanistica Ingg. Massimo Branca e Tonino Egiddi)
– Ultimazione e presa in carico di Largo Dimiccoli nel PdZ C2 Lunghezza. Per questioni di “bassa” burocrazia decine di migliaia di euro già spesi sono stati praticamente buttati al vento (VI Municipio /DIP. Urbanistica Ingg. Branca ed Egiddi)
– I cittadini volontari del quartiere tutti i giorni, e con pubbliche manifestazioni una volta al mese, curano le aree verdi abbandonate ma, nonostante le tante richieste non riescono ad ottenere panchine, giochi per bambini ecc ecc che consentano a tutta la cittadinanza di fruire di luoghi altrimenti impraticabili e ricettacolo di ogni tipo di immondizia;
– Realizzazione di edifici scolastici per elementari, medie e materna, anche in edilizia ecosostenibile più economica e di rapida costruzione delle scuole tradizionali, nelle aree dei Piani di Zona ad esse destinate.
– Si richiede inoltre con urgenza la presenza delle forze dell’ordine per la sicurezza del quartiere che ad oggi è completamente assente.

Sarei lieto di discutere con Lei di questi e di altri aspetti della difficile situazione in cui da anni viviamo nonostante l’impegno costante e la buona volontà di tanti cittadini.

saluti

Federico Verdicchio